La Casa delle Donne presenta “India’s Daughter” al Biografilm Festival

Posted by on Giu 10, 2015 in Iniziative | 0 comments

SABATO 13 GIUGNO Cinema Europa alle ore 19.15 La Casa delle Donne di Bologna, l’Associazione Orlando e la Biblioteca delle donne di Bologna, presentano il docu-film Indiaʼs daughter al Biografilm Festival, il 13 giugno. Il film/inchiesta che Leslee Udwin ha realizzato sullʼepisodio di violenza di gruppo che nel dicembre del 2012 vide protagonista una giovane studentessa. Lʼepisodio ebbe il merito di scuotere la coscienza dellʼIndia e per settimane il centro di Delhi divenne il teatro di una vivace protesta cui presero parte in prima fila accanto alle donne moltissimi uomini. Il documentario, che nelle intenzioni della regista sarebbe dovuto andare in onda in India, come in molti altri paesi, intorno allʼ8 marzo per la Festa Internazionale della Donna, èstato bloccato dalla censura e la regista è accusata di turbativa di giudizio. Presentano il film: La regista, Leslee Udwin Annamaria Tagliavini, direttrice della Biblioteca nazionale delle donne Angela Romanin, Casa delle donne Maria Agostinelli, giornalista Rai Cultura Il Film (Regno Unito, 2015, 63′) Il documentario India’s daughter, scritto e diretto dalla regista Leslee Udwin, è una straordinaria inchiesta sociale e psicologica sull’India urbana di oggi. Dalla casa di Jyoti Singh, dove dà voce al dolore dei genitori, agli ambienti dove vivono i parenti degli stupratori, la telecamera della Udwin si spinge fino all’interno del carcere di Tihar, dove gli stupratori sono detenuti dopo un giudizio di primo grado che li ha condannati alla pena di morte e sono in attesa del Processo di Appello. Parla per loro Mukesh Singh, l’autista del bus in cui quella notte si è consumata la mattanza. Ed è una rievocazione totalmente priva di responsabilità e di rimorso. Con freddo sguardo di sfida Mukesh dice: “se non avessefatto resistenza, non sarebbe finita così.., se invece di andare a spasso la sera con un amico fosse rimasta a casa, non avrebbe corso pericolo”. Nelle intenzioni dell’autrice, che ha intervistato numerosi detenuti per stupro nello stesso carcere, il film è soprattutto un’inchiesta su ciò che accende nella testa di un uomo la pulsione predatoria nei confronti di una donna. E aspira a diventare strumento di presa di coscienza, all’interno della più ampia campagna rilanciata anche al recente Festival di Cannes. La regista Leslee Udwin, nata in Israele e vissuta in molti paesi, oggi risiede a Londra dove nel 1989 ha fondato la casa di produzione Assassins Films, che ha lanciato anche titoli di successo come East is East, West is West e prima ancora il documentario inchiesta Who bombed Birmingham, che contribuì alla scarcerazione di sei cittadini irlandesi arbitrariamente accusati di azioni terroristiche. Con India’s daughter è alla sua prima regia. +Info:...

Read More

IX Convegno nazionale Dallo stalking al femminicidio

Posted by on Giu 4, 2015 in Iniziative | 0 comments

Aula Petri – Questura di Bologna, via Bovi Campeggi 13/3 Bologna Sabato 6 Giugno 2015 – Dalle 10.00 alle 13.00 La Casa delle donne di Bologna partecipa al IX Convegno nazionale Dallo stalking al femminicidio. Progetto scolastico: riEduchiamo la cultura, dalla scuola alla vita, organizzato dall’associazione Mai più violenza infinita in collaborazione con ANPEP (Associazione Nazionale di Psicologia e di Educazione Prenatale). SALUTI AUTORITÀ Laura Puppato Senatrice della Repubblica italiana Ignazio Coccia Questore di Bologna RELATORI Virginia Ciaravolo Psicoterapeuta criminologa Luciano Garofano Biologo forense Valentina Monica Molino Psicologa psicoterapeuta ANPEP Bologna Carlo Barbieri Psicologo Questura di Bologna Angela Romanin Vicepresidente Casa delle Donne Bologna Sandro Salvati Computer, Mobile e Digital Forensics Analyst Modera le sessioni Valentina Grassi Ricercatrice Universit Parthenope Napoli. INGRESSO GRATUITO con obbligo di preregistrazione  sul sito www.maipiuviolenzainfinita.it  ...

Read More

Violenza contro le donne: essere consapevoli e protagonisti positivi del cambiamento sono #cosedauomini

Posted by on Mag 29, 2015 in Comunicati Stampa | 0 comments

A Bologna la presentazione del progetto FIVE MEN Violenza contro le donne, discriminazioni e abusi: si può e si deve essere protagonisti positivi del cambiamento. Questo il messaggio diretto agli uomini di tutte le età veicolato dal nuovo progetto di sensibilizzazione contro la violenza sulle donne FIVE MEN – FIght ViolEnce against woMEN”. Il progetto è finanziato dalla Commissione Europea, e promosso dal Dipartimento delle Pari Opportunità, in collaborazione con l’Associazione D.i.Re. – Donne in Rete contro la violenza, Maschile Plurale, l’Istituto per la Ricerca Sociale (IRS) e il Dipartimento per l’Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sono stati prodotti una webseries e un toolkit per le scuole, per sviluppare strategie di comunicazione trasmettendo agli uomini e ai ragazzi un messaggio chiaro sulla “tolleranza zero” per tutte le forme di violenza contro le donne e le ragazze. Creata da Fabrizia Midulla e diretta da Mauro Uzzeo, la serie #Cosedauomini affronta in modo innovativo il contrasto alla violenza di genere, rivolgendosi direttamente agli uomini. Davide ha difficoltà ad accettare e rispettare le decisioni della sua partner; Nicola è disoccupato e per questo sfoga la propria frustrazione sulla fidanzata; Riccardo, dopo la nascita del figlio, fatica a condividere il cambiamento e a trovare un nuovo ruolo; Massimo non riesce ad affrontare le sue insicurezze e a rispettare la libertà della sua partner; Paolo, di fronte alla separazione, non riesce a chiedere il sostegno di cui ha bisogno, né ad accettare la decisione di lei. Nel dialogo, nel confronto e nello scambio le possibili evoluzioni e soluzioni. La Casa delle donne per non subire violenza Onlus ha fortemente voluto che Bologna fosse una delle 20 città pilota coinvolte dalle azioni del progetto, coinvolgendo così il territorio bolognese in una preziosa occasione per parlare di impegno maschile contro la violenza sulle donne, dando diffusione alla webseries #Cosedauomini (5 cortometraggi, per raccontare gli uomini non come sono ma come possono comportarsi con le donne) e incontrando i soggetti operativi su questo tema, attraverso lo scambio di impressioni, commenti ed esperienze. L’incontro avrà luogo presso Sala Anziani di Palazzo D’Accursio, in piazza Maggiore 6 il prossimo 4 giugno 2015 a partire dalle ore 9,30: tutta la cittadinanza è invitata. Incontro pubblico con proiezione video e successivo dibattito Coordinatrice Giuditta Creazzo, ricercatrice, Casa delle donne per non subire violenza Onlus Intervengono Simona Lembi, Presidente del Consiglio del Comune di Bologna Roberta Mori, Presidente Commissione Assembleare per la Parità Regione Emilia-Romagna Anna Maria Zucca, coordinatrice progetto Five Men per D.i.Re – Donne in Rete contro la violenza Un/a rappresentante del Dipartimento Pari Opportunità Leda Giuliani, Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna, rappresentante di Noino.org Proiezione webserie #Cosedauomini (4) alternati agli interventi Silvia Carboni, Psicologa-Psicoterapeuta, Casa...

Read More

25 anni del Centro Veneto Progetti Donna

Posted by on Mag 18, 2015 in Iniziative | 0 comments

Il Centro Veneto Progetti Donna-Auser organizza il convegno “Un’esperienza di lavoro a sostegno dei diritti delle donne e contro la violenza nella provincia di Padova” per i 25 anni di attività. Il Convegno è realizzato in collaborazione con il Centro di Ateneo per i Diritti Umani e con il Patrocinio del Comune di Padova. Angela Romanin, vicepresidente della Casa delle donne di Bologna, realizzerà un intervento sull’esperienza della Rete territoriale dei Centri antoviolenza nella Regione di Emilia...

Read More

Concerto Cambiamo Musica. Insieme contro la Violenza sulle donne

Posted by on Apr 23, 2015 in Iniziative | 0 comments

Domenica 17 maggio 2015 Teatro Duse, Via Cartoleria 42 | Bologna È di Alice Graziadei, giovane tutor del Seminario del Corso di Laurea in Filosofia dell’Alma Mater Studiorum La violenza contro le donne. Problematica dei sessi e diritti umani, l’idea di organizzare una serata di spettacolo: musica, teatro e danza, per sensibilizzare i cittadini sul tema della violenza contro le donne e, grazie al ricavato dei biglietti dello spettacolo, raccogliere fondi per la Casa delle donne per non subire violenza di Bologna. L’importanza dell’evento è data dalla sinergia di forze messa in atto per realizzarlo. Gli enti che da anni lavorano a Bologna in modo capillare, ma autonomo, per i diritti delle donne, si sono uniti in un’unica grande squadra. Bandiera e sigillo di questa straordinaria collaborazione tra Comune, Alma Mater, Casa delle donne per non subire violenza, Centro di documentazione delle donne, Unione Donne Italiane è il titolo della serata: Cambiamo musica! Insieme contro la violenza sulle donne. Lo spettacolo non avrebbe potuto realizzarsi senza l’impegno generoso e straordinario impegno di Valeria Iaquinto, direttrice artistica della serata, che ha coinvolto in questa impresa gli artisti e le artiste che saliranno sul palco del Duse la sera di domenica 17 maggio: cantanti , attrici e attori che nel corso della loro carriera hanno dedicato attenzione al tema della violenza o ne hanno dato voce attraverso la loro arte o intendono partecipando a questo spettacolo farsene testimoni. Costo biglietto € 10 Puoi richiedere e ritirare il tuo biglietto presso la sede di Casa delle donne per non subire violenza, contattaci! Via dell’Oro 3, orario lun.-ven. 9:00-17.00 Tel 051 6440 163 | info.casadonne@women.it...

Read More

Degustazione per Casa delle donne!

Posted by on Apr 13, 2015 in Iniziative | 0 comments

Domenica 19 aprile 2015 Dalle ore 17 alle ore 20 Enoteca Storica Faccioli di via Altabella 15/b | Bologna Grazie all’ospitalità dell’Enoteca Storica Faccioli, la Casa delle donne sarà protagonista di una degustazione di vino vero con donne vere! La Casa delle donne sarà presente con le proprie pubblicazioni per informare tutti i presenti rispetto alle attività, ai servizi e ai progetti promossi dall’associazione per le donne che hanno subito violenza. L’Enoteca ospiterà dunque una degustazione a favore della Casa delle donne resa possibile grazie alla presenza di: Nicoletta Bocca di San Fereolo Susanna Diamanti di Oro di Diamanti Elena e Paola Conti delle Cantine Castello Conti Elena Pantaleoni della Stoppa Nadia Verrua di Cascina Tavijn Nely Webber di Foradori snack a cura di Aurora Mazzucchelli, chef del Ristorante Marconi di Sasso Marconi DEGUSTAZIONE DI 4 VINI A SCELTA € 10,00 LO SNACK DI AURORA € 4,00 Il 50% del ricavato sarà devoluto a favore di Casa delle donne   Scarica la locandina (pdf) Per info: 349 3002939 enotecastoricafaccioli@gmail.com info.casadonne@women.it...

Read More

Presentazione del libro “Caterina e il mondo fuori. La forza delle donne” di Annapatrizia Settembre

Posted by on Mar 25, 2015 in Iniziative | 0 comments

Sabato 28 marzo ore 19 presso Centro Natura Via Albari 4/a Presentazione del libro “Caterina e il mondo fuori. La forza delle donne” di Annapatrizia Settembre Introdurrà l’incontro Angela Romanin della Casa delle Donne con  Virginia Ciaravolo, criminologa e psicoterapeuta presidente dell’associazione nazionale “Mai più violenza infinita”, che ha curato la prefazione del libro e che intervisterà l’autrice. La forza di rinascere oltre la porta di casa, dopo la fuga dal marito violento: “Caterina e il mondo fuori – la forza spirituale delle donne” è il sequel di ”Caterina scappa scà – Percorso di consapevolezza per mogli abusate e guida alla fuga dal proprio aguzzino”, opera prima della scrittrice napoletana. “Caterina e il mondo fuori muove la realtà psichica di una donna, dopo il calvario di violenze psicologiche e fisiche, con grande competenza e sensibilità’ – scrive Virginia Ciaravolo nella prefazione – rispettandone il dolore, con l’utilizzo di un linguaggio appropriato, che arriva dritto al cuore”. E’ il racconto del ritorno alla vita e all’amore della protagonista dopo anni di soprusi e angherie fisiche e psicologiche subite dal marito Lucio. Caterina si inventa un nuovo coraggio che non credeva di possedere, per tornare ad amare e ad amarsi, di fiducia nel mondo, negli altri, nel prossimo. Il romanzo vuole essere un grido di speranza, di gioia, un invito a tutte le donne in attesa di rinascita a cogliere l’Amore, anche quando ha avuto il sapore di fiele e che regala, a chi legge, la voglia di mettersi in discussione, la certezza che non e’ mai tutto perduto. “Caterina e il mondo fuori”, così come “Caterina scappa scà” è edito da Narcissus.me ed è distribuito nei principali bookstore italiani e internazionali. Maggiori dettagli al sito...

Read More

Servizio civile volontario femminile

Posted by on Mar 18, 2015 in Iniziative, Progetti in corso | 0 comments

L’opportunità per giovani donne di svolgere il Servizio civile per altre donne Il progetto: Per non subire violenza: Sostenere donne e minori approvato dall’Ufficio nazionale per il Servizio Civile offre a 7 giovani laureate o laureande tra i 18 e i 28 anni L’opportunità di fare esperienza, volontaria retribuita, a Bologna presso la Casa delle donne per non subire violenza, che accoglie e sostiene donne che subiscono violenza. Il bando, il progetto e i moduli si possono scaricare dal sito: http://www.arcibologna.it/servizio_civile_pubblicato_il_bando_2015.html e dovranno essere consegnati entro il 23 aprile 2015, ore 14 ad Arci Servizio Civile Bologna, secondo le seguenti modalità: 1) Posta Elettronica Certificata (PEC), di cui è titolare l’interessato, all’indirizzo arciserviziocivile@postecert.it. È fondamentale allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf; 2) a mezzo “raccomandata A/R” o consegnate a mano all’indirizzo: Arci Servizio Civile Bologna Via della Beverara 6 40131 – Bologna Per info: Casa delle donne per non subire violenza Onlus tel. 051- 333173 casadonne@women.it Arci Servizio Civile Bologna tel. 051 6347197 bologna@ascmail.it Scarica...

Read More

8 marzo: quali politiche contro la violenza?

Posted by on Mar 5, 2015 in Comunicati Stampa, Comunicazione | 0 comments

A distanza di un anno, poche novità sul fronte del contrasto alla violenza nel nostro territorio e in Italia. Il Piano d’azione nazionale contro la violenza – istituito dalla legge 119 del 2013 – ancora non è pronto, i finanziamenti nazionali per i centri non sono ancora stati distribuiti, e un protocollo d’intesa contro la violenza a livello metropolitano non è stato ancora sottoposto alle varie organizzazioni che dovrebbero firmarlo. Ma i centri antiviolenza continuano il loro lavoro di aiuto alle donne e ai minori, di sensibilizzazione pubblica, di prevenzione nelle scuole, di lavoro di rete. E anche le donne che subiscono violenza continuano ad attivarsi di più chiedendo aiuto ai centri antiviolenza: nel 2014 la Casa delle donne ha accolto 780 donne (nel 2013 sono state 735; 627 nel 2012), di cui 638 donne che si sono rivolte al Centro per la prima volta durante il 2014, e altre 142 donne che hanno proseguito un percorso di accoglienza iniziato nell’anno precedente. Delle donne che hanno chiesto aiuto per la prima volta, il 93% lo ha fatto per motivi di violenza; il 70% sono italiane e il 30% straniere; il 73% ha figli. Tra quelle che hanno subito violenza, il 20% ha subito stalking, e ben il 27% ha fatto denuncia. Nei 3 rifugi segreti hanno trovato ospitalità 21 donne e 19 minori; nei 9 minialloggi di transizione verso l’autonomia sono state ospitate 11 donne e 8 minori. Altre 32 donne e 29 minori sono stati ospitati nella casa rifugio d’emergenza “SAVE”, dedicata alle vittime ad alto rischio che, terminato a novembre 2014 il finanziamento del Dipartimento Pari Opportunità, ora necessita di nuove risorse, risorse che la Casa delle donne intende reperire in virtù dell’apporto estremamente positivo della collaborazione in rete con i servizi di emergenza cittadini. Scaduto a dicembre scorso l’Accordo attuativo con il Comune di Bologna, la Provincia e tutti i Comuni della provincia, la Casa delle donne conta di avere a giorni informazioni rispetto la nuova convenzione con la Città metropolitana. Il Dipartimento Pari Opportunità, all’interno della legge 119/2013 ha destinato 193.000 euro sul Comune di Bologna per finanziare il centro antiviolenza, risorse che ci auguriamo si vadano a sommare alle precedenti. La nuova intesa prevederà anche la destinazione di un immobile sequestrato alla criminalità da destinarsi al centro pubblico di accoglienza. Il progetto Oltre la strada, nel corso 2014, ha accolto 20 donne, oltre alle 15 già in carico dagli anni precedenti. Di queste, 7 sono state ospitate nella struttura protetta del progetto, le restanti in altre soluzioni abitative. Nel 2014 c’è stato un netto mutamento del dato relativo alla nazionalità delle donne accolte: se dal 2007 al 2013 la nazionalità prevalente è quella nigeriana,...

Read More