MIGR-AZIONI: percorsi di autonomia e integrazione sociale per donne migranti a rischio violenza

Posted by on Feb 7, 2017 in Progetti in corso | 0 comments

La Casa delle donne, grazie al finanziamento ricevuto dalla Regione Emilia Romagna, realizza da dicembre 2016 a dicembre 2017 il progetto “Percorsi di autonomia e integrazione sociale per donne migranti a rischio violenza” in collaborazione con il Centro interculturale Zonarelli e l’associazione Senza il banco. Il progetto è finalizzato alla prevenzione e all’emersione dei fenomeni di discriminazione e violenza di genere nei confronti di donne migranti e mira alla costruzione di una rete di supporto per donne migranti a rischio violenza attraverso l’attivazione di uno sportello finalizzato all’orientamento e supporto nell’accesso ai servizi socio-sanitari del territorio e all’accompagnamento e mediazione nelle pratiche per l’ottenimento del titolo di soggiorno. Scarica la scheda del progetto...

Read More

Una Casa rifugio a misura di bambina/o. Percorsi di uscita dalla violenza domestica per madri e bambini/e

Posted by on Dic 1, 2016 in Progetti in corso, Progetti realizzati | 0 comments

Il progetto è rivolto a figlie/i  e alle loro madri vittime di violenza domestica che vengono ospitati nelle Case rifugio e/o Alloggi di transizione gestite dalla Casa delle donne. Il servizio ha lo scopo di recuperare il rapporto madre/figli-e, spesso compromesso dalla violenza subita, intraprendendo un lavoro di rielaborazione del loro vissuto traumatico attraverso attività individuali e/o laboratori ludo-pedagogici e psico-educativi. L’obiettivo consiste nel ridurre i rischi attuali e futuri di tipo post-traumatico e prevenire il rischio sociale, relazionale ed educativo attraverso strumenti di accoglienza e sostegno. Attraverso la sua presenza quotidiana, l’educatrice formata sulle tematiche di violenza domestica offrirà un supporto ai/le Piccoli/e ospiti e alle loro madri sia sul piano emotivo che su quello pratico/organizzativo. E’ previsto inoltre l’attivazione di una babysitter nelle Case rifugio e negli Alloggi di transizione per favorire l’inserimento lavorativo e la frequenza dei corsi d’italiano delle donne e offrire ai minori, soprattutto a quelli che non frequentano i contesti educativi o scolastici, un adeguato accudimento. Il progetto è sostenuto con i fondi Otto per Mille della Chiesa...

Read More

Servizio civile volontario femminile

Posted by on Mar 18, 2015 in Iniziative, Progetti in corso | 0 comments

L’opportunità per giovani donne di svolgere il Servizio civile per altre donne Il progetto: Per non subire violenza: Sostenere donne e minori approvato dall’Ufficio nazionale per il Servizio Civile offre a 7 giovani laureate o laureande tra i 18 e i 28 anni L’opportunità di fare esperienza, volontaria retribuita, a Bologna presso la Casa delle donne per non subire violenza, che accoglie e sostiene donne che subiscono violenza. Il bando, il progetto e i moduli si possono scaricare dal sito: http://www.arcibologna.it/servizio_civile_pubblicato_il_bando_2015.html e dovranno essere consegnati entro il 23 aprile 2015, ore 14 ad Arci Servizio Civile Bologna, secondo le seguenti modalità: 1) Posta Elettronica Certificata (PEC), di cui è titolare l’interessato, all’indirizzo arciserviziocivile@postecert.it. È fondamentale allegare tutta la documentazione richiesta in formato pdf; 2) a mezzo “raccomandata A/R” o consegnate a mano all’indirizzo: Arci Servizio Civile Bologna Via della Beverara 6 40131 – Bologna Per info: Casa delle donne per non subire violenza Onlus tel. 051- 333173 casadonne@women.it Arci Servizio Civile Bologna tel. 051 6347197 bologna@ascmail.it Scarica...

Read More

Empowerment e inclusione sociale attraverso formazione ed esperienze lavorative per le donne vittime di tratta

Posted by on Gen 31, 2013 in Comunicati Stampa, Progetti in corso | 0 comments

Un nuovo progetto finanziato dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani destinato alle donne vittime di tratta Il progetto Oltre la strada della Casa delle donne per non subire violenza Onlus, grazie al finanziamento ricevuto dal Fondo per le vittime di schiavitù dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i diritti umani, realizza da gennaio a dicembre 2013 il progetto “Empowerment and social inclusion for victims of trafficking through education and work experiences” finalizzato a un potenziamento delle misure di formazione e inclusione socio-lavorativa di donne vittime di tratta e sfruttamento sessuale e lavorativo. Negli ultimi anni, a causa del cambiamento del mercato del lavoro, i percorsi di inserimento lavorativo delle vittime di tratta sono diventati più lunghi. Alla crisi economica si aggiunge il fatto che laddove le donne riescono a trovare occupazione, i contratti e le retribuzioni non risultano sufficienti alla piena autonomia. Spesso le donne che si rivolgono al nostro centro non conoscono l’italiano e questo non le aiuta nella ricerca del lavoro. Le vittime di tratta, inoltre, proprio a causa delle violenze subite, sono uscite dal mercato del lavoro da molto tempo o non ne hanno, addirittura, mai fatto parte. Si trovano così completamente disorientate e sprovviste degli strumenti adeguati per reinserirsi nel mercato del lavoro o approcciarsi ad esso per la prima volta. Il progetto “Empowerment and social inclusion for victims of trafficking through education and work experiences” ha come obiettivi primari la formazione professionale e l’inserimento lavorativo di donne vittime di tratta e sfruttamento sessuale e lavorativo, per promuovere il raggiungimento di un’autonomia economica necessaria ad evitare il rischio di ricaduta all’interno delle reti della criminalità organizzata e dello sfruttamento. Azioni del progetto saranno: un corso di italiano di livello base; un laboratorio pratico/esperienziale per il potenziamento delle competenze di base necessarie per la ricerca del lavoro; un corso di formazione professionale specifica relativa alle figure professionali di colf e badante/assistente familiare; 6 tirocini della durata di 200 ore e la realizzazione di un’azione di tutoring individuale per ciascuna donna al fine di valutarne l’andamento e sostenerla nel percorso. Scarica il comunicato stampa Più informazione sul progetto Oltre la strada della Casa delle donne: Progetto Oltre la...

Read More