A Roma, il 26 novembre la manifestazione nazionale contro la violenza sulle donne.

Vogliamo che Roma sia attraversata da un corteo che porti tutte noi a gridare la nostra rabbia e rivendicare la nostra voglia di autodeterminazione. Non accettiamo più che la violenza condannata a parole venga più che tollerata nei fatti. Non c’è nessuno stato di emergenza: il femminicidio è solo l’estrema conseguenza della cultura che lo alimenta e lo giustifica.È una fenomenologia strutturale che come tale va affrontata. I centri antiviolenza sono in prima linea nella lotta contro questa cultura millenaria.
La libertà delle donne è sempre più sotto attacco, qualsiasi scelta è continuamente giudicata e ostacolata. In più parti del paese e da diversi gruppi di donne emerge da tempo la necessità di dar vita ad un cambiamento sostanziale di cui essere protagoniste e che si misuri sui diversi aspetti della violenza di genere per prevenirla e trovare vie d’uscita concrete.

Per prenotare il viaggio da Bologna:
nonunadimeno.bologna@gmail.com

Preventidata persso la Casa delle donne per non subire violenza

nonunadimeno.wordpress.com

slide-nonunadimeno-1